Le fiabe raccontate agli adulti. Storie di ieri e di oggi per la formazione

copertinaIIIIl mio libro: “Le fiabe raccontate agli adulti. Storie di ieri e di oggi per la formazione” (libro vincitore del concorso di saggistica Keywords 2014 de L’Espresso)

Dedicato a:


*  chi ama le fiabe e pensa che possano ancora insegnare qualcosa, anche agli adulti 

* chi per professione (insegnanti, formatori, educatori…) ritiene che le storie, sia le fiabe della tradizione che i racconti più moderni, possano essere uno strumento di lavoro utile in aula o più in generale nelle attività di formazione, orientamento o consulenza

    Dalla quarta di copertina: “Il compito di chi oggi si occupa di formazione è certamente complesso, come complessi e articolati sono i contesti in cui si colloca l’azione formativa. Ma come orientare chi ha il compito di formare oggi giovani e adulti? Le storie –  sia le fiabe della tradizione che i racconti moderni – possono insegnare qualcosa e soprattutto possono insegnare anche agli adulti. Attraverso l’adozione suggestiva della metafora e di un linguaggio simbolico diretto ed efficace, le fiabe possono aiutare l’adulto, e gli adulti che si occupano della loro formazione, ad orientarsi nella complessità attuale, suggerendo risorse, soluzioni creative o semplicemente nuove chiavi di lettura della realtà e di se stessi.

Il libro ripercorre idealmente il ciclo di vita dell’individuo: la nascita, l’adolescenza, la relazione di coppia, la genitorialità, la formazione, il tempo libero e il lavoro. Le tappe e gli eventi significativi del ciclo di vita sono analizzati attraverso il supporto di molteplici fiabe, tra cui la Sirenetta, Il Mago di Oz, Peter Pan, Alice nel Paese delle Meraviglie, Cappuccetto Rosso, Sindibàd, La Gabbianella e il Gatto, Frozen  e molte altre ancora“.

INDICE:

Introduzione

C.1 Narrare fiabe e racconti agli adulti che apprendono

C. 2 Venire al mondo. Le parole per nascere

C. 3 Fiabe per crescere. Affrontare i grandi tabù dell’adulto: maturità sessuale, sofferenza, morte.

C. 4 Verso l’età adulta, o quasi. Peter Pan, il bambino che non voleva crescere.

C. 5 Una parentesi cinematografica: Frozen e il regno dei ghiacci. Un modello di leadership femminile

C. 6 Stare insieme. Una sfida per eroi valorosi

C. 7 I doni del mago di Oz per la formazione

C. 8 Il paese delle meraviglie. Ovvero orientarsi nelle società complesse

C.9 i sei che si fan strada per il mondo e altre storie di team building

C.10 La gabbianella e il gatto. Motivare al cambiamento

C. 11 Imparare  dal viaggio e dalle esperienze di vita. Sindibàd il marinaio

Conclusioni

Bibliografia

Puoi acquistare il libro sia in versione cartacea che ebook presso:

Commenti

  1. Saggio molto interessante. L’Autrice che si occupa di formazione e ricercatrice in campo sociale ed educativo, prende in esame le fiabe, forme narrative dalle più tradizionali alle più attuali per insegnarci qualche cosa o per lo meno fornirci suggerimenti, tramite le metafore: Grilli parlanti, Cappellai Matti e Piccoli Principi. Il libro prende in esame molteplici storie illuminanti per trattare alcuni aspetti fondamentali e attuali delle professioni formative. Quindi prende la fiaba come approccio metaforico alla realtà del bambino e al processo formativo dell\’adulto. Lo stesso Italo Calvino sosteneva che le fiabe rappresentano, in forma simbolica, una spiegazione generale della vita, dove si trovano i grandi problemi e difficoltà esistenziali che gli esseri umani possono incontrare nel nel loro percorso. Complimenti vivissimi all’Autrice Antonella Bastone! Selene

  2. Lavoro estremamente interessante. La trattazione prende in esame il valore dells fiaba, non solo come approccio metaforico del bambino alla realtà, ma anche nel processo formativo dell’adulto. Complimenti.