Educazione e alimentazione. Considerazioni pedagogiche su buone prassi, prevenzione e patologia

I Disturbi del Comportamento Alimentare rappresentano oggi un’emergenza sociale, non solo nei paesi occidentali, data la progressiva diffusione anche in altri contesti sociali esposti alla cultura della modernità. Aumenta la diffusione e cambiano anche le forme della problematizzazione del rapporto con il cibo: accanto a disturbi ben noti come l’Anoressia, la Bulimia e la sindrome BED, si diffondono nuove forme degne di attenzione come l’Ortoressia e la Bigoressia, aumentano inoltre i casi maschili e quelli precoci preadolescenziali. Come intervenire quando il cibo e un problema? L’obiettivo del testo e di presentare il ruolo della pedagogia nella cura dei DCA, soffermandosi sul ruolo della relazione educativa. Particolare attenzione e dedicata alla prevenzione primaria, alle opportunità dell’educazione alimentare e all’adozione di uno strumento prettamente educativo – le fiabe – per facilitare la costruzione di un rapporto sereno e adeguato con il cibo fin dalla prima infanzia.

INDICE:

CAPITOLO 1. CIBO, ALIMENTAZIONE E CORPOREITA’ TRA SIMBOLOGIA E CULTURA

CAPITOLO 2. CIBO E PATOLOGIA. I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

CAPITOLO 3. LA NUOVA FRONTIERA DEI DISTURBI ALIMENTARI:TELEVISIONE, PUBBLICITA’ E SITI INTERNET PRO-ANORESSIA

CAPITOLO 4. L’INTERVENTO NELLA CURA DEI DCA

CAPITOLO 5. LA PREVENZIONE PRIMARIA NEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

CAPITOLO 6. FIABE DA…MANGIARE

Pubblicato da

antonellabastone

Pedagogista, laureata in Scienze dell'Educazione e in Formazione dei Formatori, svolgo attività di formazione, consulenza, orientamento e ricerca in campo psicologico, educativo e sociale, presso enti pubblici e privati. Sono docente a contratto di discipline pedagogiche presso l'Università di Torino, del Piemonte Orientale e di Genova .